Luce della Pace 2003

Valentina e Sebastiano

con

4 Valorosi Capi Squadriglia

il 13 dicembre 2003

sono andati in Stazione dei treni a Ferrara ad accogliere il treno Trieste-Lecce (1 dei 5) che portava la Luce della Pace.

Beatrice - Davide - Gabriele - Enrico

1 Ragazza e 3 Ragazzi + 2 Capi

x

5 Paesi

Massenzatica - Bosco - Goro - Monticelli e Mesola

                      

Perché questa PROPOSTA?

Non possiamo continuare nel nuovo secolo come se non avessimo imparato nulla da quello appena concludo.

Vogliamo ricordare, ancora una volta, che l'umanità può vivere in PACE.

La Luce della Pace è un gesto Semplice, una Luce da portare a tutti: ricchi e poveri, bianchi e neri. religiosi e atei. cattolici e musulmani. Per i cristiani ricevere una Luce accesa a Betlemme ricorda che la Pace deriva da Dio.

La Luce. come la Pace. appartiene a tutti perché racchiude in se valori etici, morali e civili condivisi anche da chi non professa una fede. Per questo viene donata a tutti coloro che condividono i valori di Pace e Fratellanza che la Luce porta con se.

Fate in modo che la Luce rimanga accesa, almeno fino all'Epifania. Questo per iniziare il nuovo anno nel segno della Pace e per ricordare a ciascuno che questa deve rimanere sempre accesa nei nostri animi e guidare le nostre azioni e le nostre scelte.

Scelte di pace sono quelle che favoriscono la giustizia e il rispetto della dignità umana anche quando non ci sono conflitti in atto.

Azioni di pace sono quelle che favoriscono la solidarietà con chi è vittima dell'ingiustizia, della povertà, del terrorismo e della guerra.

                       

Messaggio di Pace

La Pace verrà

e fiorirà dalle nostre mani

se avrà trovato posto già dentro di noi,

e verrà presto, domani,

se sapremo fare nostre

le necessità di chi vive o passa accanto a noi,

se sapremo far nostro il grido degli innocenti

se sapremo far nostra l'angoscia degli oppressi.

La Pace verrà

se avremo posto nella nostra casa

per chi non ha un tetto o non ha patria.

Se avremo posto nel nostro cuore

per chi non ha affetto o muore solo.

Se avremo tempo nel nostro giorno

per un disperato da ascoltare.

La Pace verrà

se non cederemo alla provocazione,

se sapremo sanare ogni divisione,

se saremo uniti con tutti.

La Pace verrà e sarà

il frutto più vero dell'unità

dell'armonia tra i popoli.