Il Castello Estense di Mesola

     

II Castello Estense di Mesola venne edificato tra il 1578 e il 1583 per volere di Alfonso II d'Este, da Marcantonio Pasi su progetto di Giovan Battista Aleotti.

Piuttosto che baluardo per la difesa dei traffici fluviali, al confine con la Repubblica di Venezia, è più suggestivo pensare al Castello come "ultima delizia" voluta dal duca in onore della sua sposa Margherita Gonzaga per ospitare la sua Corte, che qui si sarebbe dedicata ad ameni svaghi e imponenti cacce nella foresta circostante.

I bassi edifici porticati, utilizzati  dal personale di corte, che, raccogliendosi a semicerchio, delimitavano il cortile attorno al Castello.

Oggi restaurato ed adibito ad uso pubblico, il Castello è sede di attività congressuali ed espositive.

Centro di Educazione Ambientale

Il primo piano ospita il Centro di Educazione Ambientale (C.E.A.) realizzato dall'Amministrazione Provinciale di Ferrara, sede di una mostra perma­nente sugli ambienti del Delta del Po.

     

  Veduta del Castello Estense e della Chiesa da Ovest

Il Castello Estense da Sud-Est

Veduta aerea del Castello Estense e del Centro di Mesola