7 per un Guidoncino

              

Tratto da un Articolo di Scout Avventura

Anno XVII n.4 - 9 febbraio 1991

di Enrico Stefanini

Se la vostra Squadriglia vuole mettersi alla prova con più entusiasmo ed impegno del solito, questa è sicuramente un'occasione da non lasciarsi sfuggire.

Ma conquistare una Specialità di Squadriglia è qualcosa di più di un'Impresa di Squadriglia: è un vero e proprio obiettivo a lungo raggio, e come tale non può essere raggiunto con l'improvvisazione del momento.

C'è bisogno, invece, di seguire un cammino ben preciso, fatto di tanti passi successivi, ognuno dei quali sia ben chiaro a tutti e soprattutto realizzabile.

E anche molto importante che ogni componente della Squadriglia si senta sempre stimolato a dare il massimo di sé stesso, sia quando le cose vengono progettate, sia quando si lavora per realizzarle. Non è certo il caso di mandare tutto in fumo, magari dopo molti mesi di lavoro, semplicemente perché qualcuno si è stancato...

Cerchiamo allora di tirar fuori quella carica di responsabilità e di entusiasmo che è in ognuno di noi, facendola esplodere al massimo: in questo modo, la strada per entrare nel "Club del guidoncino verde"* diventerà sicuramente più bella ed avvincente.

Proviamo adesso a vedere come è fatta questa strada e quali sono i passi più importanti che bisogna percorrere per arrivare al traguardo finale.

Decisione della Specialità: come vedete nel riquadro le possibilità sono molte.

La Squadriglia decide per quale Specialità vuole lavorare, ne discute in Consiglio di Squadriglia e ne parla anche con i capo reparto;

la prima Impresa: si progetta e si realizza; una seconda Impresa con gli stessi requisiti della prima, seguita anch'essa da una relazione finale;

la Missione: nel momento opportuno, i capo reparto manderanno la Squadriglia in Missione. Questa Missione avrà una difficoltà più elevata del solito, dovendo mettere alla prova la Squadriglia sulle tecniche prescelte: anche in questo caso, alla fine della Missione si scriverà una relazione sul lavoro compiuto dalla Squadriglia;

precisazione: ogni Squadriglia può ottenere una sola Specialità che è valida per tutto l'anno scout successivo a quello in cui si è conquistata. La Specialità conseguita è confermata per un solo ulteriore anno, se la Squadriglia realizza una nuova Impresa, sempre in linea con i contenuti e le tecniche della specialità che si vuole mantenere;

il conseguimento della Specialità: la Squadriglia ed i capo reparto inviano agli Incaricati Regionali delle Branche E/G le tre relazioni, nonché una loro valutazione sullo scopo e sugli obiettivi che la Squadriglia si era inizialmente proposta. A questo punto, gli Incaricati Regionali, valutato il lavoro svolto, se tutto è a posto chiamano la Squadriglia e le assegnano il famoso "guidoncino verde"con il simbolo della Specialità appena conquistata, da apporre sotto la bandierina di Squadriglia;

una bella fiesta: la Squadriglia che conquista un guidoncino verde trova in questo un bel motivo per festeggiare, non credete?

Enrico Stefanini

*lì "Club del guidoncino verde" è il gruppo ideale di tutte le Squadriglie che portano la bandierina distintiva della Specialità di Squadriglia.