L’algoritmo del ghiottone e...

...la vocazione del capo,

all’inizio di un nuovo anno scout

                                 

Tratto da un Articolo del Notiziario della Regione Emilia Romagna 

"Il Galletto" del Ottobre 2006

di   Don Danilo Manduchi (A.E. Emilia Romagna)

                       

PROBLEMA 1: come stivare in un container il maggior numero possibile di lamiere di diverse dimensioni (onde ottimizzare i risultati)?


SOLUZIONE 1: una legge statistica, detta l’algoritmo del ghiottone o di Knappsatz, ci insegna che occorre cominciare dalle lamiere più grosse e via via procedere progressivamente riempiendo gli spazi vuoti con quelle più piccole.


PROBLEMA 2: come mettere nella propria vita di capo tutti gli “impegni” che la vita personale e le esigenze di un servizio fatto bene richiedono?


SOLUZIONE 2: un aneddoto, dal titolo “birra, sassi, piselli e sabbia”, può aiutarci ad affrontare adeguatamente la questione.

Un professore di filosofia, in piedi davanti alla sua classe, prese un grosso vasetto di marmellata vuoto e cominciò a riempirlo con dei sassi, di circa 3 cm di diametro. Una volta fatto chiese agli studenti se il contenitore fosse pieno, ed essi risposero di sì.
Allora il Professore tirò fuori una scatola piena di piselli, li versò dentro il vasetto e lo scosse delicatamente. Ovviamente i piselli si infilarono nei vuoti lasciati tra i vari sassi. Ancora una volta il Professore chiese agli studenti se il vasetto fosse pieno ed essi, ancora una volta, dissero di sì.
Il Professore tirò fuori una scatola piena di sabbia e la versò dentro il vasetto. Ovviamente la sabbia riempì ogni altro spazio vuoto lasciato e copri tutto.
Ancora una volta il Professore chiese agli studenti se il vasetto fosse pieno e questa volta essi risposero di sì, senza dubbio alcuno.
Allora il Professore tirò fuori, da sotto la scrivania, due lattine dì birra e le versò completamente dentro il vasetto, inzuppando la sabbia. Gli studenti risero.
Ora,” disse il Professore non appena si spensero le risate, voglio che voi capiate che questo vasetto rappresenta la vostra vita.

I sassi sono le cose importanti - la vostra famiglia, i vostri amici, la vostra salute, i vostri figli - le cose per le quali se tutto il resto fosse perso, la vostra vita sarebbe ancora piena.
I piselli sono le altre cose per voi importanti: come il vostro lavoro, la vostra casa, la vostra auto.
La sabbia è tutto il resto... le piccole cose.”
“Se mettete dentro il vasetto per prima la sabbia,” continuò il Professore ‘non ci rimane spazio per i piselli e per i sassi.
Lo stesso vale per la vostra vita. Se dedicate tutto il vostro tempo e le vostre energie alle piccole cose, non avrete spazio per le cose che per voi sono importanti.
Dedicatevi alle cose che vi rendono felici: giocare con i vostri figli, portare il vostro partner al cinema, uscire con gli amici.
Ci sarà sempre tempo per lavorare, pulire la casa, lavare l’auto.
Prendetevi cura dei sassi, per prima cosa ciò che veramente conta.
Fissate le vostre priorità... il resto è solo sabbia”.
Una studentessa allora alzò la mano e chiese al Professore cosa rappresentasse la birra.

Il Professore sorrise: “Era per dimostrarvi che, per quanto possa essere piena la vostra vita, c’è sempre spazio per un paio di buone birre con gli amici.”


Fuor di metafora:
caro capo, quali sono i tuoi sassi grossi, Ovvero le tue priorità?
Hai tra le priorità la tua fede (la preghiera personale, la S.Messa domenicale, uno stile di vita coerente col Vangelo, ecc.) e il tuo servizio (adeguatamente preparato, vissuto con gioia, che ha una attenzione personale per ogni ragazzo, ecc.) oppure, nei fatti, fede e servizio vengono parecchio dopo aver messo a posto il tuo ego?
E fra cinque anni lo scautismo sarà ancora una tua priorità?
Solo cose alte possono riempire il cuore grande dell’uomo!


Sono sicuro che la saggezza di chi individua i propri sassi grossi nella fede e nel servizio saprà districarsi al meglio e... trovare il tempo anche per una birra con gli amici, magari a mezzanotte, dopo una Co.Ca.!