Che significato ha il nome di una pianta ?

Tutti i vegetali hanno un nome comune, ma spesso con lo stesso termine si allude a specie diverse, causando grandi confusioni.

Spetta al grande botanico svedese Linneo il merito di aver messo a punto la nomenclatura binomia adoperando il latino, lingua internazionale di tutti i botanici.

Come gli esseri umani hanno un nome e un cognome, così anche le piante vengono designate da due nomi:

Si usa anche il nome della varietà, se occorre precisare un particolare o una modificazione della specie.

ATTENZIONE

Le semplificazioni di certi termini non sono altro che interpretazioni pratiche di definizioni scientifiche.

Generalmente il pubblico non conosce il nome esatto delle piante e adopera soprattutto il nome comune; questa imprecisione è la causa dei vari errori, perché i nomi comuni possono designare piante diverse a seconda delle regioni o dei paesi dove vengono adoperati.

Per esempio, si usa il nome Acacia tanto per la vera, che è una Mimosacea, quanto per la Robinia, che è una Leguminosa.